Una mela al giorno toglie l’oncologo di torno!

10 12 2007

Salve a tutti!
Dopo una lunga assenza voglio riportarvi una notizia che forse alcuni di voi hanno già letto ma che comunque vale la pena riportare.

Mela

Sembrerebbe che Le persone che mangiano abitualmente mele potrebbero avere una possibilità in più di non contrarre il cancro. Questa è la conclusione di uno studio multicentrico condotto dai ricercatori dell’Istituto Mario Negri, del CRO di Aviano, dell’Istituto Tumori di Genova, del Pascale di Napoli, del Regina Elena di Roma e dell’Agenzia per la Ricerca sul cancro di Lione, che per circa un decennio (1991 – 2002) hanno raccolto informazioni sugli effetti delle mele su alcune neoplasie pubblicate poi sugli Annals of Oncology.
Durante lo studio, in una prima fase sono state analizzate le abitudini alimentari di 8209 pazienti affetti da tumori di diversi tipi, successivamente, i dati raccolti, sono stati messi a confronto con quelli di un gruppo di 6729 soggetti ricoverati in ospedale per patologie acute non neoplastiche.
Confrontando i pazienti che non consumavano mele con quelli che ne consumavano una o più al giorno si è osservato che, nel secondo gruppo, si riduceva del 21 per cento il rischio di contrarre il cancro del cavo orale, del 25 per cento quello del cancro esofageo, del 20 per cento quello del cancro del colon retto, del 18 per cento quello del cancro della mammella, del 15 per cento quello ovarico e del 9 per cento quello alla prostata.
Secondo i ricercatori, tale capacità preventiva dipende dalla quantità di polifenoli.
Durante lo studio si è osservato che alcune varietà di mele, quelle più antiche e di montagna, contengono una quantità nettamente maggiore di polifenoli. La renetta, una particolare qualità di mela, è quella che contiene il maggior numero di polifenoli totali (211,9 mg/100g) e, nel dettaglio, di flavanoli (200), acidi idrossicinnamici (circa 40), diidrocalconi (circa 16). Dallo studio è inoltre emerso che i benefici maggiori si hanno mangiando anche la buccia, con una riduzione dello sviluppo delle cellule tumorali di circa il 40-60%, senza di essa la ruduzione si attesta intorno al 30-40%.
Quindi tutti a sgranocchiare mele!


Azioni

Information

2 responses

18 12 2007
Overlord

Ottimo articolo!

16 02 2008
DanieleMD

Sei tornato con un ottimo post!
Ciao🙂
Daniele

PS puoi per favore aggiornare il mio link nel blogroll? ora è http://www.psichesoma.com
Grazie😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: